Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: GambaGAMBADELEGN

 

 

11/12 Giugno 2011 “La Smanettata della CIsa

 

 


Sabato 11 Giugno:     

Milano (Parma / Reggio E.  / Mantova),

Medesano, P.so Cisa, Massa C., Alpi Apuane,

Castelnuovo Gargagnana, Fivizzano, Licciana

Nardi, Apella.

Cena e pernottamento alla Montagna Verde.

 

Domenica 12 Giugno: 

Apella, P.so del Lagastrello, Corniglio, Bosco,

Berceto, Milano (altre destinazioni).

 

Report di Viaggio

 

Durata: 2 gg – Km. percorsi: ca. 600

Partecipanti: Piero, Mario, Fabio, Antonio, Umberto, Franco, Claudio, Salvy, Kranz.

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Report di Viaggio

 

 

Tragica Cisa, per me e per Zucchero: domenica, verso il Lagastrello, ci siamo incornati con un’auto che scendeva

contro mano. Nessuna frattura, ma forte contusione e dolore al petto per il pilota; forcella e cerchione piegati per la moto.

Ritorno in treno, ovviamente e la moto, dal concessionario più vicino, col carro attrezzi.

Tutti gli altri sotto acqua battente fino alle loro destinazioni.

 

Ma andiamo con ordine:

 

Sabato divertente?! Mah!?

 

Arriviamo puntuali al ritrovo di Medesano e, da qui, saliamo verso la Cisa; il tempo è bello, la strada stupenda.

Quasi al passo, Antonio rompe il filo dell’acceleratore e lo sostituiamo; ma si crea un ritardo che scombussola il programma,

già “tirato” e ancora, più tardi perdiamo Franco e Kranz, verso Massa e li aspettiamo per quasi un’ora.

 

Io, come coordinatore,  sono combattuto tra il severo Umberto che vorrebbe proseguire subito e altri, che non

vorrebbero rinunciare al previsto bagno in mare; hanno entrambi ragione e c’é un po’ di malcontento; nella fretta di

ripartire, riperdiamo ancora Franco, che, aspetteremo a Massa, perdendo altro tempo, mentre Umberto, si stufa

definitivamente e ci precede, solo, verso Apella; lo ritroveremo a sera, all’arrivo (dove non mancherà di “bacchettarmi”,

ancor prima di scendere dalla moto, per cattiva organizzazione e non rispetto del programma).

 

Peccato! Un gruppo (con gli stessi intenti) non dovrebbe sciogliersi, se no, che gruppo è???  … è una  squaquera!

 

Comunque, ci ritroviamo alla Montagna Verde per la cena, tutti insieme. Brutta la camera (almeno la mia); buona la cena.

 

Domenica si riparte e  subito incontriamo l’inghippo del Lagastrello chiuso per lavori. In alternativa, c’è una strada

secondaria che sale al passo, un po’ più impervia; e poco dopo, mentre saliamo ed io sono in testa al gruppo, il tragico

impatto.

 

Il resto, ovviamente, fa poca storia: ritorno mesto per tutti e pure… bagnato.

 

 

Piero

 

 

 

 

                                    Torna all’inizio